Recensioni

“Panic” di Lauren Oliver

Buongiorno Lettori ^_^

Oggi vi propongo la recensione di un romanzo che mi aspettava sulla libreria da un po’.

Si tratta di “Panic” di Lauren Oliver, edito da Safarà Editore.

Ho iniziato questa lettura senza troppe pretese, dato che tempo fa avevo sentito alcuni pareri negativi sul romanzo.

Avendo la Oliver già sfornato una serie bellissima come Delirium, le aspettative dei suoi fan erano giustamente elevate.

Ma che cos’è Panic?

Panic è un gioco (molto pericoloso) che coinvolge i ragazzi dell’ultimo anno di liceo durante l’estate. Tutto inizia con un salto dalla scogliera, ma per alcuni può finire in tragedia. In palio ci sono un bel po’ di soldi che, ai ragazzi di un paesino come Carp, che ha ben poco da offrire, fanno molta gola. Soprattutto a Heather, Dodge, Nat e Bishop che, ognuno per motivazioni diverse, ambiscono alla vittoria.

In questo romanzo molto avvincente, si parla di amicizia, amore, relazioni familiari complicate, il tutto condito dalla classica insicurezza che è insita nell’adolescenza.

La lettura del romanzo scorre veloce, i dialoghi sono convincenti ma… per quanto io abbia apprezzato la storia, ho previsto ogni scelta dell’autrice e questo non è un bene, almeno per me.

Mi è mancato l’effetto WOW. Tutto era prevedibile agli occhi della mia mente. E questo dettaglio ha un po’ smorzato l’entusiasmo verso la lettura. Inoltre, ho trovato il tutto un po’ troppo “ammortizzato”. Insomma, certe azioni, certe circostanze, andrebbero esposte in maniera più dura per farne trasparire la gravità (soprattutto se si tratta di uno YA). Se io mi mettessi nei panni di un lettore adolescente, leggendo ciò che fanno questi ragazzi, sarei quasi portata a dire “Ok, hanno rischiato, ma è andato tutto bene, se la sono cavata facilmente” e questo secondo me non è un bene.

Se decidi di infilare certe situazioni in uno YA, le devi comunque descrivere con tutti i crismi. Non si deve indorare la pillola, mai. Ovviamente questo è un parere personale, forse anche dovuto al fatto che sono mamma ?

In definitiva è un buon romanzo che consiglio. Magari non ai più giovani, sia mai che prendano spunto per fare certe scemenze!

TRAMA:

È arrivata una nuova estate a Carp, una cittadina senza futuro immersa nel cuore grigio di un’America sonnolenta. Ma con la fine della scuola arriva anche Panic, la competizione segreta a cui partecipano i diplomati al liceo cittadino, e come ogni anno è pronta a dissipare il torpore e scatenare i conflitti più violenti, le alleanze più inaspettate, i sentimenti più profondi. Heather, Dodge, Nat e Bishop: un gruppo di amici, una serie di prove da superare. Paura e coraggio, lealtà e tradimento, il miraggio di un primo amore, un biglietto per il futuro; la posta in gioco è altissima, e così anche il rischio. Sei pronto a giocare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *