Recensioni

“U4. Koridwen” di Yves Grevet

Buongiorno ^_^

Oggi voglio parlarvi di un romanzo davvero molto particolare, che s’intona alla perfezione con il periodo che stiamo vivendo.

Ovviamente sto sdrammatizzando, ma credo che per molti il genere Distopico sia appena passato dalla Fantascienza alla Narrativa contemporanea.
Sto parlando di “U4. Koridwen” di Yves Grevet, edito da Garzanti.

Il primo romanzo di una serie che sarebbe dovuta uscire interamente nel 2018, ma ahimè, per ignoti motivi, è entrata nella fossa delle saghe interrotte.

Però non disperate, perché i quattro volumi che compongono la serie U4, scritti da quattro autori diversi, raccontano la stessa storia da quattro punti di vista differenti, quindi potrete comunque leggere il primo senza restare con l’amaro in bocca.

Lasciatemelo dire Amici Lettori, ma la protagonista di questo romanzo, Koridwen, è una con i controc…

Accidenti! Come affronta lei uno scenario post-apocalittico nessuno mai!

Ho apprezzato moltissimo questa ragazza e il suo volersi prendere cura del cugino, il suo desiderio di restare aggrappata agli aspetti della vita adolescenziale, pur rapportandosi con la dura realtà post-apocalittica che la circonda.

Questa storia è un susseguirsi di eventi, di azione. Insieme a Kori viaggerete attraverso le fognature francesi, perlustrerete edifici abbandonati e vi scontrerete con bande rivali. E il tutto è condito con un pizzico di fantasia legata alla nonna di Kori e alla missione che sta compiendo.

Non voglio fare spolier, ma da amante dei colpi di scena ho davvero amato il finale. Il modo in cui l’autrice ci sventola sotto al naso una prova che abbiamo sempre avuto davanti agli occhi.

Come vi dicevo, gli altri romanzi legati alla serie U4 non sono stati tradotti come da programma (se leggete in lingua sono disponibili in francese qui). Forse questo primo volume non ha raggiunto gli incassi previsti, però mi piacerebbe davvero molto poter rivivere questo viaggio attraverso il punto di vista degli altri personaggi chiave.

TRAMA:

Il mondo è popolato solo da adolescenti che hanno tra 15 e 18 anni: gli unici sopravvissuti al virus U4. Koridwen vive in una fattoria isolata in Bretagna dove, da sola, prova a rimettere in piedi la propria vita. Fino al giorno in cui tutto cambia. Fino al giorno in cui scopre di essere la prescelta per fermare il virus nella sua corsa mortale. Koridwen non capisce perché abbiano scelto proprio a lei, ma non può non rispondere al misterioso appello che ha ricevuto da Khronos, il game master di Warriors of Time, il videogioco online di cui era appassionata prima della catastrofe: deve trovarsi il 24 dicembre a mezzanotte sotto l’orologio più antico di Parigi. Spetta a lei salvare il mondo. Koridwen ha paura, eppure sa che c’è una sola cosa che può darle la forza di affrontare il suo destino: la lettera che la nonna le ha lasciato e che le rivelerà il segreto che si nasconde nel suo nome. Quello che trova arrivata nella capitale francese è una realtà totalmente nel caos: il cibo scarseggia, le comunicazioni sono impossibili, non c’è elettricità e i monumenti più importanti della città sono stati presi d’assalto. Koridwen deve fare di tutto per proteggere la sua vita e raggiungere il luogo dell’appuntamento. Ma non è sola. Con lei altri tre ragazzi, altri tre prescelti: Jules che ha tra le mani segreti che non può svelare; Stéphane, convinta che il padre medico non sia morto; e Yannis, assetato di vendetta per la morte della sorellina. Insieme sono l’unica speranza di salvezza per l’umanità. Non c’è tempo per la paura, i dubbi, le incertezze: anche se sono solo quattro ragazzi devono sfoderare il loro coraggio e tutte le loro risorse. Perché nessuno sa cosa li aspetta. Nessuno sa cosa dovranno affrontare. Nessuno sa perché è toccato proprio a loro. L’unica cosa sicura è che il futuro è nelle loro mani. Un caso editoriale strabiliante che arriva dalla Francia e che ha ammaliato i librai: 200.000 copie vendute in un mese e sempre in vetta alle classifiche. Koridwen è il primo libro della saga che ha fatto impazzire i lettori d’Oltralpe: quattro volumi, quattro autori diversi, quattro ragazzi prescelti per salvare il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *