Recensioni

“Scrivo creativo” di Jacopo Lupi

Buongiorno Lettori ^_^

Oggi vi parlo di un manuale di scrittura un po’ particolare. Si tratta di “Scrivo creativo” di Jacopo Lupi, pubblicato con Bookness.

Allora, allora, allora (questa parola la uso troppo spesso accidenti, me ne devo liberare!) non è facile parlare di questo manuale, in quanto frutto di studi svolti nell’arco di anni e opera di una persona che, come si evince dalla sua biografia (più in basso), ha un legame molto forte con il settore editoriale. Tuttavia, devo confessare che già dalla premessa il mio naso si è arricciato un po’.

“Ti porterò per mano nel mondo della scrittura creativa dandoti tutti gli elementi pratici per trasformare la tua scrittura e farti scrivere un libro impeccabile che gli editori vorranno pubblicare, ma soprattutto un libro che i lettori vorranno acquistare.”

No, non ci siamo. Non si possono fare promesse di questo genere. Finora non ho mai trovato un manuale di scrittura in cui l’autore promettesse una cosa simile, perché non si può. Se fosse possibile, significherebbe che esiste una formula matematica per scrivere bestsellers, ma la “riuscita” di un libro dipende da molti fattori, non solo dalla bravura dell’autore.

Il manuale è indubbiamente ricco di esercitazioni e consigli utili, inoltre affronta una novità interessante, ovvero il metodo PMQ (Pratico, Mappe mentali e Quantico). Trattasi di una particolare tecnica che, attraverso degli esercizi specifici da svolgere nella sequenza e nelle modalità indicate, risveglierà la vostra creatività aiutando il vostro cervello a lavorare meglio e conferendo alla vostra scrittura la straordinaria capacità di sedurre.

Ovviamente io non ho eseguito suddetti esercizi per mancanza di tempo, anche perché ad occhio e croce, credo servirebbero mesi per affrontare questa tecnica con la dovuta attenzione. Sarà per questo che non ho saputo cogliere il valore di questo manuale? Probabile. Non lo escludo. Tuttavia, con grande rammarico e con il massimo rispetto per il lavoro che è stato indubbiamente svolto nell’approntare quest’opera, devo esprimere il mio parere… negativo? No, dai, non voglio essere drastica, ma positivo no sicuramente, anche solo per quella premessa… che ancora mi fa storcere il naso.

Nel corso della lettura mi sono imbattuta diverse volte nella parola “successo” e, per quanto io sia una persona molto determinata, con grandi sogni e ambizioni, ciò che provavo nel trovare quella parolina lì all’interno di quel manuale qui, mi ha fatto capire che questo libro non fa per me. Perché è vero che ogni scrittore (tutti lo vogliono, consciamente o inconsciamente) sogna il successo, ma il successo non deve essere fra le motivazioni principali per cui vogliamo scrivere o migliorarci. La spinta a mio parere deve arrivare da altro. Ma questo ovviamente è solo il mio parere. Sono certa che questo libro potrà essere di grande aiuto a molti aspiranti “Stephen King” 😉

TRAMA:

Dopo aver scritto più di dieci anni fa di getto il suo primo romanzo, Jacopo Lupi si scontra con il mondo editoriale, con la mancanza di una tecnica narrativa, di notizie per cercare un editore che lo aiutasse e di una strategia per far conoscere il proprio libro. E si rende conto che è la difficoltà di tutti gli emergenti.

Enorme distanza tra scrittori ed editori, corsi di scrittura che non entrano mai nel pratico per trasformare e migliorare davvero la propria scrittura e le enormi difficoltà nel cercare un appiglio per pubblicare.

Questo libro è il frutto di 10 anni di formazione e studio per creare il Metodo per fare esplodere la propria creatività, per migliorare davvero la propria scrittura e aiutare in maniera pratica gli autori. Rendendoli così consapevoli dei loro mezzi, dei passi da fare nel mondo editoriale e diventare Scrittori Creativi Professionisti.

Jacopo Lupi è scrittore, editore e Book Coach. Fino ad ora ha già aiutato centinaia di autori emergenti a scrivere, pubblicare e promuovere libri. Nel campo editoriale, da più di 10 anni ha iniziato come scrittore emergente, ma dopo le tante porte in faccia e resosi conto delle tante difficoltà che incontravano gli autori emergenti nel trovare spazio in questo mercato, ha deciso di studiare e sporcarsi le mani nel mondo editoriale con il solo obiettivo di aiutare e rendere la vita più facile ai giovani scrittori, attraverso corsi di scrittura e di book-marketing, consigli sui Social e soprattutto facendo nascere il Gruppo Editoriale YndY con Case editrici cucite addosso a ogni aspirante scrittore.

Apre una libreria indipendente, la Punto e a Capo, dove ospita settimanalmente emergenti, crea due festival per giovani scrittori, Il Festival delle NarrAzioni e GiallOvidio e cura direttamente il progetto di Formazione editoriale ScrivoCreativo.

È autore di manuali sulla scrittura creativa e di opere Teatrali, il suo esordio narrativo invece lo deve a Io Non Amo (2008), tradotto per il mercato americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *