Recensioni

“Regina Rossa” di Victoria Aveyard

Buongiorno Amici Lettori!

Il libro, anzi la saga, che ho scelto per voi, non solo aprirà il tema della settimana, ma inaugurerà anche un’iniziativa molto importante!

Il tema della settimana è…

Regine YA

E oggi parliamo della Saga “Regina Rossa” di Victoria Aveyard, edita da Mondadori.

Non so davvero da dove cominciare a esprimere la mia opinione.

Partiamo dalla storia. Avvincente e ricca di imprevisti. Nelle pagine di questo libro non si vede nemmeno l’ombra della noia, e infatti mi ha tenuta sveglia diverse ore nel cuore della notte.

La protagonista è singolare, diversa da tutte le eroine che ho conosciuto finora. Mare Barrow è altruista, nel senso che si preoccupa per le persone che ama e per il prossimo, ma è anche molto umana e come tale lascia che l’istinto di sopravvivenza prevalga, spesso facendola agire in modo… non molto “nobile”.

“Credevo che essere la loro marionetta sarebbe stato semplice, rispetto a tutto il resto, ma mi sbagliavo di grosso.”

Mare è forte, ma anche molto ingenua. E persino più romantica di quanto voglia ammettere.

La storia d’amore che si respira in queste pagine è dolce e amara (come piace a me!!!) e ovviamente ti lascia con il desiderio di proseguire la lettura. Motivo per cui non riuscirete a fermarvi al primo volume.

Le tematiche che affronta Victoria Aveyard sono a mio avviso molto attuali anche se raccontate attraverso un velo di fantasia. Si parla del colore del sangue (pelle?), di regnanti (governi?) che opprimono i propri sudditi per garantire agio solo a pochi eletti.

Una storia che si ripete nei secoli dei secoli a quanto pare.

Una storia bellissima, da leggere e da vivere!

Per quanto riguarda i seguiti non dico troppo per evitare spoiler, ma li ho trovati ben scritti, senza buchi di trama o incongruenze (dettaglio molto importante se si ha a che fare con una storia intricata come questa), ottime le descrizioni delle battaglie, anche se nell’ultimo volume a mio avviso hanno occupato un centinaio di pagine di troppo, quasi fosse un copia e incolla. In definitiva l’ho trovata una saga avvincente e degna di nota 😉

La saga è composta da:

TRAMA:

Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso… Mare rappresenta un’eccezione destinata a mettere in discussione l’intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l’altro e Mare contro il suo cuore. Regina Rossa apre una nuova serie fantasy vivida e seducente dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l’unica mossa certa è il tradimento.

Victoria Aveyard è nata e cresciuta a East Longmeadow, nel Massachusetts. Si è trasferita a Los Angeles dove si è diplomata in sceneggiatura. Ora fa la scrittrice e la sceneggiatrice, entrambi i mestieri sono una scusa perfetta per vedere troppi film e leggere troppi libri. Con Mondadori ha pubblicato Regina rossa (2015), Spada di vetro (2016) e Gabbia del re (2017).

Fermi tutti non scappate via!

In apertura vi dicevo che oggi, con questa saga inauguriamo un’iniziativa davvero importante, ebbene, si tratta di YA Solidarietà, per sapere di cosa si tratta vi invito a leggere qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *