Interviste Recensioni

“L’invenzione di noi due” di Matteo Bussola

Buongiorno cari Amici Lettori.

Oggi voglio parlarvi di un libro davvero imperdibile. Si tratta del nuovo romanzo di Matteo BussolaL’invenzione di noi due” edito da Einaudi Editore.

Leggere questo libro è come bere una sorsata d’acqua fresca, perché lo stile di Matteo è un rivolo di parole che scorre indisturbato fino a raggiungere il cuore del lettore.

Questa è la storia di Milo e Nadia, ma anche di tante altre coppie che dopo anni di matrimonio vedono affievolirsi la fiamma dell’amore. Ma come fare affinché non si spenga? Purtroppo non esistono risposte a questa domanda, ma una cosa è certa, non bisogna mai smettere di guardarsi e di riconoscersi. Gli anni che passano e gli eventi che ci travolgono, plasmano la nostra figura e il nostro carattere, perciò è fondamentale non perdere il desiderio di riscoprire la persona con cui abbiamo scelto di vivere la nostra vita.

Spesso tendiamo, magari anche inconsciamente, a indossare delle maschere, a nascondere il nostro vero Io per assecondare l’altro, ma questa sorta di accondiscendenza, in realtà è un annullamento che cela al nostro partner una parte di noi, una verità che viene negata, nascosta. Con il rischio che possa un giorno divenire una crepa insuperabile.

“Chi si ama vede quel che abbiamo esposto andandogli incontro, ma il volto che mostriamo è solo una delle incarnazioni possibili, qualcosa che a un certo punto si è fatto avanti e ha detto: “Eccomi”. Qualcos’altro, invece, dentro continua a urlare. Sono le parti di noi meno visibili, quelle negate per convenienza, tenute a bada per sicurezza, più spesso dimenticate per noncuranza. Piante che crescono nell’ombra e di cui, in alcuni momenti, un germoglio riesce ad affiorare in superficie.”

Ecco, questo romanzo punta proprio su questi argomenti. Sull’importanza di mostrarci per come siamo, difetti compresi, sull’importanza del comunicare SEMPRE, sia attraverso i gesti, ma anche attraverso le parole. Sull’importanza del vivere il presente, perché tenere stretto il passato è meraviglioso ed è fondamentale riuscire a intravederlo sempre negli occhi di chi amiamo, ma se perdiamo il presente, non ci sarà un nuovo passato da ricordare.

Insomma, per farla breve, questa storia vi farà bene, perché le parole di Matteo esprimono concetti profondi, ma con una semplicità che vi farà vibrare le corde del cuore.

Dopo aver letto e adorato questo libro, mi è stata concessa la possibilità di condurre la diretta sulla pagina della Libreria Ubik di Treviglio, in cui Matteo Bussola ci ha nuovamente incanto con le sue parole.

Diretta Facebook con Matteo Bussola

Matteo Bussola dialoga con Liliana Marchesi per presentare il suo ultimo libro "L'invenzione di noi due", Einaudi.Prenota la tua copia in libreria!

Pubblicato da Libreria Ubik Treviglio su Mercoledì 22 luglio 2020

TRAMA:

«Cominciai a scrivere a mia moglie dopo che aveva del tutto smesso di amarmi». Così si apre questo romanzo, in cui Milo, sposato con Nadia da quindici anni, si è accorto che lei non lo desidera più: non lo guarda, non lo ascolta, non condivide quasi nulla di sé. Sembra essersi spenta. Come a volte capita nelle coppie, resta con lui per inerzia, per dipendenza, o per paura. Quanti si arrendono all’idea che il matrimonio non possa diventare che questo? Milo no, non si arrende. Continua ad amare perdutamente sua moglie, e non sopporta di non ritrovare più nei suoi occhi la ragazza che aveva conosciuto. Vorrebbe che fosse ancora innamorata, curiosa, vitale, semplicemente perché lei se lo merita. Ecco perché un giorno le scrive fingendosi un altro. Inaspettatamente, lei gli risponde, dando inizio a una corrispondenza segreta. In quelle lettere, sempre più fitte e intense, entrambi si rivelano come mai prima. Pian piano Milo vede Nadia riaccendersi, ed è felice, ma anche geloso. Capisce di essere in trappola. Come può salvarsi, se si è trasformato nel suo stesso avversario?

Matteo Bussola (Verona, 1971) ha pubblicato per Einaudi il bestseller Notti in bianco, baci a colazione, (2016 e 2018), tradotto in molti Paesi, Sono puri i loro sogni (2017), La vita fino a te (2018 e 2019) e L’invenzione di noi due (2020). Conduce una trasmissione radiofonica su Radio 24, I Padrieterni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *