LILIANA MARCHESI è nata nel 1983. Vive a Caravaggio, in provincia di Bergamo, insieme al marito, ai suoi due figli e ai suoi gatti Scarlett e Edgar. Dopo aver mosso i primi passi nel genere del PARANORMAL ROMANCE, ha trovato fissa dimora nel regno della DISTOPIA. E proprio per questo ha fondato IL PRIMO SITO ITALIANO dedicato al genere Distopico: www.leggeredistopico.com

Dopo averlo gestito per ben sei anni, ha passato le redini della sua creatura, per dedicarsi a un nuovo progetto: “Young Adult Fantastico“.

Ideatrice dell’iniziativa “YA Solidarietà“, Liliana è curatrice di diverse rubriche ‘Distopiche’ sul web, fra cui Letture Divergenti per il sito ThrillerNord e Giovani per sempre per Whynot, lo spazio della Biblioteca Comunale di Terni dedicato ai giovani. Collabora inoltre con alcune librerie nella promozione di questo genere letterario.

Ogni Giovedì ci parla di un libro Distopico su Radio Galileo e le sue recensioni vengono pubblicate su diversi blog, fra cui Sedotte dai Libri.

Recentemente ha lanciato il progetto CREDI IN TE, una sorta di (per)corso, in cui ha convertito i suoi 11 anni di scrittura in consigli pratici, utili a tutti coloro che hanno un sogno letterario nel cassetto, ma che non sanno da dove iniziare.

OPERE PUBBLICATE


•2012 – “Harmattan” Paranormal Romance autoconclusivo ambientato in una splendida quanto misteriosa Africa;

•2013 – “Trilogia del Peccato” (serie composta da tre volumi) Audace rivisitazione contemporanea del mito del Peccato Originale;

•2014 – “Lacrime di Cera” (ripubblicato nel 2018 dalla DZ Edizioni) Distopico autoconclusivo popolato da automi molto particolari;

•2015 – 2017 “Saga R.I.G.” (serie composta da tre volumi e uno spin-off) Un’epopea Distopica, tradotta anche in inglese e in spagnolo, che trae ispirazione dalla credenza secondo la quale l’uomo conosce e utilizza soltanto una minima parte delle reali capacità del proprio cervello.

•2019 – “CAVIE” un Distopico Sci-Fi edito da La Corte Editore.

•2020 – “IDENTITÀ” l’attesissimo seguito di CAVIE edito da La Corte Editore.