Buongiorno!

Eccoci qui, alla fine di questo percorso. Oggi vedremo insieme l’ultima tappa di questo viaggio che mi auguro davvero possa esservi stato utile.

Come sempre partiamo con un breve video, e poi papiro!

Carissimi amici (anche questa volta parlerò al plurale), ma quanta tristezza si percepiva dal video? Ebbene sì, mi dispiace sia già arrivato il momento dei saluti. Ma torniamo al tema di oggi!

Se pensavate che scrivere un romanzo, editarlo e proporlo alle CE o approntarlo per l’autopubblicazione fosse faticoso, allora preparatevi, perché la promozione è la parte più difficile.

State per tuffarvi nell’oceano dell’editoria e voi siete solo dei pesci piccolissimi in un mare di squali.

Pensate che sto esagerando? Be’, spero per voi che abbiate ragione.

Armatevi di pazienza, determinazione e tenacia. Fondetele insieme a un po’ di umiltà e forgiateci la vostra corazza. Ne avrete bisogno!
Non aspettatevi che i Lettori vengano da voi, perché con molta probabilità, nel marasma delle pubblicazioni non si accorgeranno nemmeno del vostro libro. Quindi ecco quali sono gli aspetti da considerare e le mosse che vi suggerisco di fare.

Prima di pubblicare createvi un sito web.
Acquistate un dominio e createvi il vostro angolo virtuale. Dovrà essere funzionale e accattivante. Il mio sito web esiste da 11 anni e avrà cambiato look almeno una ventina di volte (sia per stare al passo con la mia crescita, sia perché a me piace cambiare spesso). La prima versione del mio sito era semplicissima e dava spazio solo a un romanzo. Adesso, be’… diciamo che con il tempo si è evoluto. Se non avete competenze informatiche non disperatevi. Io non avevo nemmeno un pc tutto mio quando ho iniziato. Di notte, mentre mio figlio dormiva, passavo le ore a guardare tutorial su tutorial per capire come creare il mio sito. Mi sono impegnata, mi sono messa in gioco fino ad arrivare, a un certo punto della mia carriera, (esattamente come per le cover), a realizzare siti web anche per altre persone. Oggi, è tutto più semplice, avete l’imbarazzo della scelta perché ci sono un sacco di piattaforme che danno la possibilità di dare vita a un sito web in pochi click. Se non sapete farlo affidatevi a un esperto.

Sorvolerò sul fatto che dobbiate avere degli account social, perché credo sappiate perfettamente che i social sono la principale forma di promozione online a costo zero, ma vi darò delle dritte su come usarli:

  • Avere una propria Pagina FB aiuta l’indicizzazione nei motori di ricerca e vi dà la possibilità di mettere in promozione i post. Quindi, se pubblicate un romanzo e create un bel post accattivante, potrete promuoverlo su Instagram e FB in contemporanea solo se avrete una pagina. Post accattivanti mi raccomando. Foto belle, fatte bene, con un testo chiaro. Instagram è un social che parla attraverso le immagini, non dimenticatelo.
  • Iscrivetevi ai gruppi, ma non fate spam! Attirerete solo odio. Lo spam è controproducente! Potete però frequentare un gruppo, vedere se nel programma sono previste delle giornate per promuoversi e (se il gruppo è collegato a un blog) contattare gli admin per organizzare qualcosina con loro.
  • Non chiedete l’amicizia a qualcuno solo per invitarlo a piacciare la vostra pagina dopo 2 secondi o per scrivergli in chat che avete scritto un libro. NON FATELO MAI! Ricordatevi che dietro un account c’è una persona con dei sentimenti, che a seguito di una mossa del genere può solamente storcere il naso e rimuovervi dalle amicizie.

Quindi… NIENTE SPAM SELVAGGIO!
La migliore pubblicità è sicuramente quella del contattare le blogger, con umiltà e gentilezza, e chiedergli di segnalare/recensire il vostro romanzo. In questo modo instaurerete un rapporto di collaborazione attraverso il quale potrete raggiungere papabili lettori. Anche questo caso però, vale la regola delle CE. Visitate il loro blog prima di scrivergli a cazzo. Leggete nella sezione “contatti” la prassi per inviare la richiesta di recensione, ma soprattutto, guardate cosa leggono solitamente. Non vi conviene proporre un giallo a chi non li ama.

Questa operazione vi porterà via molto tempo, ma io ve lo avevo detto che sarebbe stato faticoso 😉

Non dimenticatevi di essere osservatori.
Guardate come si muovono le CE (big) in fase di promo, prendete spunto e ideate un vostro piano promozionale.

Io ad esempio, mi divertivo a realizzare dei trailer come questo:

Non è semplice. Bisogna scaricare un buon programma, trovare/acquistare le immagini, comporre la musica e unire il tutto in un qualcosa che abbia senso. Un lavoraccio insomma, ma… ve lo avevo detto che sarebbe stato faticoso no? 😉

Poi ci sono le CARD-estratti e i banner.

Nel video vi dicevo che è fondamentale metterci la faccia. Questo perché attraverso le dirette e i video, darete ai vostri lettori la possibilità di conoscervi, di vedere chi si nasconde dietro il libro. E se gli farete una buona impressione, potrebbe anche venir loro voglia di leggere il vostro libro. Però mi raccomando, siate voi stessi. I personaggi costruiti non durano. I lettori non sono stupidi!

Ricordatevi che la pubblicità migliore e più efficace resterà sempre il passaparola. E se voi instaurerete un rapporto con i vostri lettori, oltre ad avere la possibilità di ricevere critiche costruttive che vi aiuteranno a crescere (e magari far nascere qualche bella amicizia), gli darete un motivo in più per non dimenticarsi di voi.

Questi sono i passi base che dovrete fate, o meglio, che vi consiglio di fare. Poi ovviamente ci sono le promozioni, intese come promo sul prezzo di vendita ogni tanto, ci sono i Giveaway (che però sono illegali, quindi evitate o non abusatene) e tutto ciò che vi passa per la testa. Partecipate a eventi, cercate di stringere amicizie e alleanze, collaborazioni. Inoltre siate originali e catturerete l’interesse dei lettori.

Ragazzi, a questo punto siamo davvero al capolinea per quanto riguarda questo viaggio, ma davanti a voi avete la linea di partenza.

Metteteci tutto l’impegno possibile!

Metteteci il cuore e l’anima!

Soffrirete? Molto!

Ne varrà la pena? Il più delle volte!

Adesso non mi resta che abbracciarvi e auguravi buona fortuna. Se avrete bisogno di me, sapete dove trovarmi (qui, su Instagram, nel Bunker). E se avete letto uno dei miei romanzi e vi è piaciuto, consigliatelo agli amici, scrivete due righe di recensione su Amazon, suggeritelo sui social. Adesso sapete quanto questi piccoli gesti siano importanti per un autore.

P.S. (Piccolo Suggerimento)

Tenetevi alla larga dalle faide fra autori che scalano le classifiche azzoppando gli altri e non azzardatevi a comportarvi scorrettamente. Siate sempre onesti, educati e gioite delle conquiste altrui. Provare un po’ di invidia per i successi degli altri fa bene, vi spinge a dare di più. L’invidia negativa, quella cattiva, lasciatela a chi vuole rovinarsi con le proprie mani. E, qualsiasi cosa succeda, in quei momenti in cui l’altalena emotiva minaccerà di farvi cadere, chiudete gli occhi, respirate, e ricordatevi perché lo state facendo, e soprattutto per CHI!

Un bacio dalla vostra Distopica

Ricevi le ultime News

Iscriviti alla Newsletter mensile